Il nucleare è la via del futuro

nucleare Mocovche Slovacchia

Il nucleare è la via del futuro. La pensa così Anne Lauvergeon, presidente e amministratore delegato di Areva, da oggi ufficialmente partner di Ansaldo (e così di Enel) nel progetto che mira a reintrodurre il nucleare in Italia. Ratificato a Parigi alla presenza dei rispettivi capi di governo, l’accordo prevede che i francesi progettino e costruiscano i nuovi reattori di terza generazione avanzata, in stretta collaborazione con gli ingegneri italiani. Un segmento in decisa espansione, come dimostrano ampiamente i dati di crescita dell’azienda francese, in termini di fatturato e di occupazione. L’intesa di Parigi, che di fatto garantisce ad Ansaldo l’accesso allo sviluppo degli Epr, per l’azienda (Enel) significa unire le forze con un leader mondiale in grado di aumentare il fatturato del 39% negli ultimi 5 anni, creando 53mila posti di lavoro. Areva, che ha 4 EPR di terza generazione+ in costruzione (Finlandia, Francia e 2 in Cina), garantisce inoltre una soglia produttiva di scorie nucleari non superiore al 4% del combustibile utilizzato, come migliore risposta allo scetticismo che ancora persiste sul tema dello smaltimento.

Commenta l'articolo

*

Top