Social Media: istruzioni per l’uso (alle aziende)

social media brand

Ogni giorno che passa, le piattaforme social diventano sempre più importanti per il mondo del business. Dotarsi di nuove norme e regole è la chiave per cogliere appieno le opportunità che si aprono alle imprese

Si dice che i numeri, a volte, parlino da soli. E in questo caso, la loro voce ci giunge forte e chiara: secondo un rapporto commissionato da Facebook a Deloitte, la piattaforma social più popolare al mondo conta, nella sola Europa, un giro d’affari di 15,3 miliardi di euro e dà impulso a un totale di 232mila posti di lavoro. Di questi, circa 35.000 riguardano l’Italia, con un contributo al Pil che si aggirerebbe sui 2,5 miliardi di euro.  

Un dato già di per sé impressionante, reso ancor più significativo dal fatto che il vecchio continente sta attraversando una delle crisi economiche più pesanti della sua già lunghissima storia. Dunque, quello dei social media si sta rivelando uno strumento sempre più prezioso per sostenere il mondo delle imprese in un contesto tanto difficile.

Però, come spesso accade, c’è un però. La presenza sempre più massiccia delle aziende nelle varie piattaforme social ne aumenta l’esposizione e questa visibilità, se non ben gestita, rischia di renderle per certi versi più attaccabili e, quindi, più deboli.
Da qui, la crescente necessità di dotarsi di idee, team e regole condivise che consentano alle imprese di cogliere appieno l’opportunità che i social media offrono loro.

È ciò che ha fatto Jason Keat, CEO di Social Fresh, azienda leader nel settore dei social media applicati al mercato.

Keat fissa cinque semplici regole da seguire, per gestire al meglio i commenti degli utenti:

- dichiarare subito le proprie regole e guidelines, stabilendo subito il tenore dei commenti ammessi;
- non cancellare mai tutti i commenti negativi, in un’ottica di trasparenza e responsabilità;
- controllare il rispetto delle regole stabilite, per non creare confusione o false aspettative negli utenti;
- prevedere le difficoltà, creando un gruppo di lavoro professionale in grado di rispondere prontamente a ogni commento;
- avvalersi di un aiuto specialistico, facendo ricorso a software specializzati nella gestione manageriale dei commenti postati.

Le aziende sono avvisate: anche il mondo dei social media ha il suo manuale d’impresa.

One Comment;

Commenta l'articolo

*

Top