Mobile email marketing: grosse opportunità e grossi rischi

e_mail_marketing_no_spam

Sempre più persone controllano la propria casella email in qualunque posto e in qualunque momento della giornata tramite il loro smartphone o tablet. Ma c’è un rovescio della medaglia, una cattiva esperienza con le email visualizzate tramite dispositivo mobile porta il 30% degli utenti a cancellarsi dalla newsletter.

La capillare diffusione di smartphone e tablet ha rappresentato per il mercato una grossa opportunità. A pranzo fuori, in attesa, in coda in banca, ogni momento è buono per estrarre il proprio smartphone dalla tasca e dare un’occhiata alla casella email. Tuttavia, c’è un rovescio della medaglia, gli utenti hanno poca pazienza con le email che non vengono visualizzate correttamente sullo schermo di un cellulare.

Secondo il nuovo rapporto di bluehornet, un’email mal visualizzata induce il 30,2% degli utenti ad annullare l’iscrizione alla newsletter dell’azienda che l’ha inviata. Lo scorso anno, la percentuale era del 18%, ciò dimostra che ad un aumento della diffusione dei dispositivi mobili è corrisposta una diminuzione della pazienza da parte degli utenti. Tuttavia, ciò è anche prevedibile:  fino a poco di più di un anno fa, infatti, il mobile email marketing non era così diffuso come lo è oggi, e quindi era più facile “perdonare” le aziende che non inviavano email ottimizzate per il mobile, oggi però non ci sono scuse.

La buona notizia, in compenso, è che la stragrande maggioranza degli utenti si limitano a cancellare l’email mal visualizzata, senza ricorrere a soluzioni “drastiche” come quella vista in precedenza.

Ma la cattiva visualizzazione delle email non è la principale causa che induce gli utenti ad abbandonare definitivamente l’iscrizione alla newsletter, il motivo principale è che ricevono troppe email, lo afferma 35,4% degli utenti intervistati, contro il 30,7% del 2012.

Il dato curioso, è che nel 2013 “solo” il 24,5% degli utenti annullano l’iscrizione alla newsletter a causa dei contenuti non rilevanti, tra le motivazioni, segue la casella di posta elettronica piena (23,5%) e la noia causata dal brand a causa dei troppi messaggi inviati (14%).

Ma quali sono gli insegnamenti che possiamo trarre da questa ricerca?

Forse ce ne sono diversi, ma il più importante è sicuramente questo: I consumatori sono molto esigenti.

Oggi, tutti vogliono il prodotto nuovo, scontato al 50% e con spedizioni rapide e gratuite. Ciò che l’azienda può fare per andargli incontro, è offrire servizi sempre efficienti e convenienti, il tutto, tenendo impegnati i consumatori con email informative che siano chiare, ottimizzate per il mobile, ma soprattutto, utili.

Post Correlati

One Comment;

  1. Email Marketing dice:

    Esistono piattaforme che forniscono alcuni template per la risoluzione sul mobile.

Commenta l'articolo

*

Top