Storie di energia e talento: l’Enel X Factor.

Enel X Factor

La settima edizione di X Factor si è rivelata la più seguita e popolare di sempre. Oltre ai giudici, al bravissimo Alessandro Cattelan e ai concorrenti in gara la trasmissione ha avuto un altro protagonista: Enel.

La partnership ha permesso all’azienda di costruire un’autentica operazione di brandtelling, attraverso una presenza sempre attiva ma mai invasiva, in cui il brand ha svolto un ruolo di attore e protagonista nel raccontare con una luce speciale il talento dei giovani partecipanti.

Un’azione ad ampio spettro, iniziata già con l’installazione dei ‘social point’ durante precasting e audizioni, e proseguita poi sui social media, dove è stato possibile vivere in tempo reale la trasmissione e gli eventi esclusivi organizzati da Enel.

Un’interazione che ha avuto la sua massima espressione con l’Enel Green Card, che per la prima volta ha permesso ai telespettatori di riportare in gara uno dei concorrenti eliminati durante gli Home Visit, e che si è ripetuta con l’Enel Choice Performance, in versione rinnovata e ancor più interattiva dopo il successo dell’anno scorso.

Senza dimenticare i ‘luoghi Enel’, quelle fabbriche dell’energia sui cui si sono accese le luci del palcoscenico per i promo di presentazione dei cantanti, girati presso la centrale di Montalto di Castro. O gli affollatissimi e unici momenti di incontro tra i giovani talenti della trasmissione e il loro pubblico, nei Punto Enel di Milano e di altre città d’Italia.

In quest’ottica, un aspetto che mi preme sottolineare è quello che chiamerò della ‘reciprocità’. Perché se è vero che Enel ha fornito tutta la propria energia ai ragazzi di X Factor, è altrettanto vero che è stata capace di creare un circolo virtuoso in cui anche i partecipanti hanno fatto la loro parte.

Mi riferisco al tema della sostenibilità ambientale, che ha caratterizzato l’X Factor di quest’anno. I cantanti hanno infatti vissuto in un loft appositamente realizzato da Enel, che ha messo a disposizione della trasmissione tutte le soluzioni innovative sviluppate all’insegna dell’efficienza energetica.
Ma non solo: perché i ragazzi sono divenuti veri e propri ambasciatori del consumo intelligente, con video settimanale in cui hanno spiegato come vivere in modo sostenibile e nel rispetto dell’ambiente. I video sono stati diffusi sul canale YouTube di Enel e proiettati nei Punto Enel di tutta Italia.

In conclusione, se questa è stata l’edizione di X Factor più seguita di sempre, credo che un importante contributo lo abbia dato anche Enel, mettendo a disposizione del talent show non soltanto tutta la propria energia, ma anche i propri valori nel realizzare un’iniziativa di comunicazione innovativa che ha affiancato il marchio a storie di talento.

Un’attitudine che si prepara a concedere bis (mai espressione fu più adeguata) con la nuova edizione di Masterchef Italia.

 

Commenta l’articolo.

Commenta l'articolo

*

Top