Una app Facebook per commemorare i propri defunti

Cirullo.it Il Fatto Digitale da Mashable

Sanctri è un applicazione Facebook per la creazione di pagine commemorative dei propri defunti. Facebook non offre strumenti specifici per “piangere” i propri cari, ma certamente offre una destinazione virtuale dove ricordare amici e parenti.

E’ probabilmente capitato a tutti noi. Un amico, un familiare o un conoscente passa a miglior vita, ma il profilo Facebook rimane. Jono Milner, fondatore di Sanctri, ha avuto questa esperienza. “E ‘stata la sensazione più strana,” dice, descrivendo che avrebbe voluto pubblicare sul calendario di questa persona, ma si sentiva strano. Poi, la madre del defunto ha pubblicato un messaggio sulla pagina Facebook di questa persona. Un certo numero di persone ha dato il proprio “like” al post, ma visto il tema non era proprio coerente la connotazione prettamente positiva.

Sembrerebbe che Facebook non sia il luogo ideale per affrontare il tema della morte, ma trattandosi di una rete che collega comunità di persone care, è difficile trovare una migliore piattaforma su cui piangere.

Ecco perché Milner ha deciso di creare Sanctri come applicazione di Facebook, piuttosto che un sito Web separato. In Sanctri, è possibile creare un Sanctri per una persona, o una comunità per un gruppo (Ricordando nonni, per esempio). Diventate quindi l’amministratore di quella pagina e potete invitare altri utenti a visualizzare la pagina o a contribuire. Insieme alla timeline, dove i collaboratori possono postare immagini o commenti, ogni pagina ha anche un Lifebook, che è essenzialmente un album digitale, suddiviso in capitoli, in cui è possibile aggiungere testo e immagini.

A dir poco estrosa, Sanctri è una delle poche applicazioni in cui una profonda tie-in con Facebook ha un senso. Interagire in Sanctri è abbastanza simile a Facebook, ma con alcune differenze notevoli. Quando gli utenti pubblicano su un Sanctri, si sono dati cinque richieste: contribuire un pensiero, condividere una memoria, inviare una canzone, si impegnano a fare qualcosa in onore della persona o donare in beneficenza.

Chissà quale modello di business svilupperanno i fondatori. Certo è che l’advertising sarebbe fuori luogo o a dir poco monotematico.

 

Post Correlati

Commenta l'articolo

*

Top