Twitter influencer. La Top 10 dei CDO

TWITTER INFLUENCER

Il Chief Digital Officer Club presenta la classifica dei più influenti CDO sui social media. Al primo posto Sree Sreenivasan e Jason Hirschhorn

La top 10 degli influencer su Twitter nel mondo dei Chief Digital Officer. È stata redatta dal CDO Club in base ai parametri di rilevazione di Klout che calcola il peso in rete di un singolo utente misurandone le performance e le interazioni dei profili su Facebook, Twitter, Google Plus, Linkedin…

In testa alla classifica dei CDO ci sono a pari merito Sree Sreenivasan e Jason Hirschhorn. Il primo è Chief Digital Officer al Metropolitan Museum di New York da meno di un anno, ha una lunga esperienza alla Columbia school of journalism dove ha insegnato social e digital media, e una formazione a cavallo tra editoria e arte al punto che considera il Met uno di famiglia. Il secondo è stato co-presidente di MySpace, ex CDO di MTV e continua a esercitare il suo ruolo di guru digitale dalle pagine di REDEF un mix di notizie quotidiane su media, tecnologia e cultura pop.

Il numero di CDO è destinato a superare quota 1000 nel corso del 2014 mantenendo la tendenza di crescita inaugurata e mai tradita sin dal 2005, anno in cui Hirschhorn venne designato Chief Digital Officer di MTV. Allora nessuno aveva mai sentito nominare questo nuovo profilo di Chief ma, come fotografa la CDO Talent Map realizzata da David Mathison & Co., negli otto anni seguenti il ruolo si è diffuso a macchia d’olio in un escalation continua: 75 nel 2011, 225 nel 2012 e 488 l’anno scorso.

La mappa globale dei Chief digital officer offre uno spaccato insolito (e per certi versi inatteso) della diffusione del ruolo nei differenti settori di mercato. Perché se non stupisce che il 40% dei CDO lavorino nel mondo della pubblicità, può invece fare più effetto scoprire che il no profit – nella versione stelle e strisce include public media, giornalismo e associazioni culturali – è al quarto posto della classifica dando lavoro al 9% dei new Chief in circolazione, e si colloca dopo il settore dei media e dell’editoria (15%) ma prima del retail (6%)  e di pr e comunicazione (5%).

In attesa del CDO Summit 2014 e degli interventi di personaggi del calibro di Rachel Haot, Chan Suh, Daniel Heaf, Teddy Goff, Vivian Schiller … e dello stesso Sree Sreenivasan, ci si può sintonizzare con i profili Twitter dei Top 10 CDO per sapere cosa bolle nelle loro pentole essendo però ben consapevoli che Klout, Kred e altre app di rilevazione non saranno mai in grado di rivelarci le connessioni e attività offline che fanno di questi influencer dei campioni globali del change management.

Post Correlati

Commenta l'articolo

*

Top