Con Vine, Twitter è sempre più video.

Vine introduce nuove funzioni per modificare o importare i video già presenti nello smartphone. 

Per creare i Vine, oltre alla videocamera frontale e a quella posteriore, è ora disponibile un ulteriore strumento che permette di importare i video già presenti sullo smartphone. Nell’angolo in basso a sinistra dello schermo compare infatti una nuova opzione che consente di importare un video. E’ così possibile selezionare un singolo video oppure mixarne insieme diversi. Anche i video in slow-motion sono supportati.

Diventa anche più facile crearne o modificare un Vine. Premendo sulle forbici nell’anteprima per modificare il Vine appariranno i nuovi strumenti, come il tasto per la duplicazione o il bottone per silenziare l’audio. A queste si aggiungono l’anteprima e il tasto annulla. Con un solo tocco è possibile riguardare l’ultima clip registrata.

Se siete alla ricerca di ulteriori spunti per creare dei Vine d’impatto, è sufficiente toccare la chiave inglese sulla schermata di registrazione dei video. Avrete così accesso a un secondo livello di strumenti: la griglia e un nuovo livello; il focus lock, che ora funziona anche sulla fotocamera frontale oltre a quella posteriore; il ghost mode, che dà la possibilità di visualizzare l’ultimo fotogramma filmato (utile per allineare le clip); e una nuova funzionalità torcia che permette di filmare in ambienti con scarsa illuminazione.

Ogni mese i Vine in rete sono visualizzati da oltre 100 milioni di persone, mentre i loop registrati ogni giorno sono oltre 1 miliardo. Numeri importanti ma certamente inferiori al miliardo di utenti unici di YouTube. Il progressivo arricchimento dell’offerta di tools per la creazione di video apre le porte a nuove generazioni di “makers”: Viners contro YouTubers, la sfida è aperta.


The new Vine Camera from Vine on Vimeo.

Join the conversation

Source: Twitter.com

 

Post Correlati

Commenta l'articolo

*

Top