Consigli utili per i giovani in cerca di lavoro

Airbnb

Nina Mufleh vive a San Francisco da un anno e vuole lavorare per Airbnb. Ha cercato di entrare in contatto con l’azienda tramite e-mail e annunci di lavoro, ma non ha avuto fortuna.

Così ha deciso di creare un fantastico curriculum. Un curriculum per Airbnb, che Mufleh ha inviato per un feedback il lunedì notte ad alcuni ex colleghi e sottoposto il martedì a Airbnb. Et voilà, quel CV ha generato un sacco di interesse, sia all’interno che al di fuori dell’azienda.

A renderlo così interessante non era il suo percorso professionale – informazioni che Airbnb avrebbe potuto facilmente trovare sul suo profilo LinkedIn – ma su tutto ciò che Mufleh conosceva del settore dei viaggi, quale poteva essere il suo contributo in Airbnb e quale strategia commerciale avrebbe, secondo lei, dovuto seguire l’azienda. Ecco come si presenta il suo curriculum.

Mufleh ha dichiarato in un’intervista a Business Insider, che aveva provato a contattare Airbnb per mesi. Nessuno dei colloqui si era mai trasformato in un’offerta di lavoro. “Ho pensato: non ho fatto tutto il possibile”, ha detto Mufleh, “ho fatto la stessa cosa più volte, ma non ho provato nuovi approcci “.

Mufleh ha impiegato circa una settimana per creare il suo curriculum, un lavoro che ha incluso la raccolta di tutti i dati, le ricerche di mercato e lo sviluppo del sito che ha realizzato con un amico che aveva conosciuto in uno dei suoi lavori precedenti. Con il suo sito è riuscita a catturare l’attenzione sia del CEO e CMO di Airbnb e ha ottenuto un colloquio.

Il feedback che ha ricevuto dopo l’invio del suo curriculum è stato sorprendente. “Sono sicuramente i risultati che speravo” ha detto, “ma una parte di me non si aspettava che ci sarebbe stato un riscontro così rapido ed emozionante”.

I ragazzi sono avvisati, “il destino aiuta gli audaci”…. “e gli studiosi” potremmo aggiungere.

Post Correlati

Commenta l'articolo

*

Top